Attivato con successo il punto supplementare SIAC per il controllo della conformità al CCL per il settore principale delle opere edili

Introdotti il 1° febbraio 2021, come annunciato, la visualizzazione dell’assoggettamento al CC L PEAN e un ulteriore punto di controllo della conformità al CCL per il settore principale delle opere edili. Si semplifica così la procedura per le aziende che finora dovevano presentare agli organi aggiudicanti un certificato separato. 

 

Le aziende soggette al CNM possono ottenere il proprio certificato di conformità al CCL tramite il Sistema d’informazione Alleanza costruzione (SIAC) già dal 2019. Anche gli organi aggiudicanti e i committenti possono registrarsi sulla piattaforma SIAC, visualizzare informazioni sulle imprese operanti nel settore principale della costruzione e scaricare i relativi certificati di conformità al CCL. Se fino ad ora per le imprese del settore principale della costruzione, nel portale SIAC e sul certificato di conformità al CCL, erano riportate solo informazioni relative al CNM, dal 1° febbraio 2021 saranno presenti anche le inadempienze nei confronti della Fondazione FAR. Sono interessate tutte le imprese soggette sia al CNM sia al CCL PEAN.

La grande rilevanza delle informazioni sul CCL PEAN 

In passato molti organi aggiudicanti e committenti richiedevano alle imprese edili due diversi certificati: la certificazione SIAC CCL con informazioni sul CNM e una certificazione della Fondazione FAR attestante che l’azienda in questione era soggetta al CCL PEAN e aveva versato i contributi richiesti.

Informazioni sul punto di controllo supplementare dei contributi PEAN  

Il punto di controllo supplementare «Rispetto del CCL PEAN» mostra se vi sono inadempienze nei confronti del CCL PEAN. Sono considerate inadempienze nei confronti del CCL PEAN, ad esempio, il mancato pagamento delle fatture dei contributi entro i termini stabiliti o le infrazioni a livello attuativo (mancata presentazione delle dichiarazioni della massa salariale, rifiuto di controlli, false dichiarazioni ecc.). Le infrazioni a livello attuativo sono punite anche con sanzioni pecuniarie o riversamento dei costi.

Se l’azienda non ha rispettato gli impegni finanziari derivanti dalle fatture dei contributi o dalle sanzioni pecuniarie per le infrazioni in fase di attuazione e riceve la seconda ingiunzione di pagamento (livello di sollecito 2), si avrà un risultato negativo nel punto di controllo e una certificazione negativa in generale. Se tutte le voci aperte sono state saldate, il punto di controllo diventa positivo.

Imprese soggette senza personale 

Un caso particolare sono le imprese soggette sia al CNM sia al CCL PEAN attive nei contratti collettivi di lavoro in essere, ma senza collaboratori dipendenti. Nella piattaforma SIAC questa informazione è visualizzata. Ciò significa che l’impresa è stata verificata e in linea generale è soggetta al relativo CCL, ma che non ha personale dipendente soggetto al campo di applicazione personale. Per queste aziende non vengono emessi certificati di conformità al CCL. Tuttavia, sulla piattaforma SIAC si vede che l’impresa non ha collaboratori dipendenti. L’azienda non necessita pertanto di alcun documento supplementare che riporti questa informazione.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi agli uffici di gestione della Fondazione FAR e dell’Associazione paritetica Sistema d’informazione Alleanza costruzione (SIAC) e al servizio giuridico della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC).

Ulteriori informazioni:   www.baumeister.ch  www.far-suisse.ch  www.isab-siac.ch 

Circa l'autore

pic

Schweizerischer Baumeisterverband

[email protected]

Condividi questo articolo