La Foire du Valais a Martigny ha aperto i battenti!

Il 1° ottobre è stata inaugurata ufficialmente la 61a edizione della Foire du Valais. La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori è l'ospite d'onore e accoglie i visitatori nella sua Tour d'horizon ogni giorno fino al 10 ottobre.

 

È fatta, la Foire du Valais ha aperto i suoi battenti! Sotto un sole splendente, questo evento imperdibile è stato inaugurato ufficialmente il 1° ottobre. L'ospite d'onore di quest'anno, la Società Svizzera degli Impresari-Costruttori, per l'occasione ha offerto uno spettacolo che non è passato inosservato. Prima di un balletto sospeso con delle sfumature acrobatiche, i membri del Comitato della Foire du Valais hanno fatto il grande salto… calandosi in corda doppia dalla Tour d'horizon della SSIC!

Occorre dire che la vista imprendibile dal Bar Panoramique della torre, situato al 4° e 5° piano, è allettante. Ma il Tour d'horizon ha in serbo altre sorprese. A cominciare dalla sua mostra dedicata alla Svizzera nel 2040, considerata non solo dal punto di vista dell'ambiente costruito e delle infrastrutture, ma anche da una prospettiva ambientale. In modo ludico e didattico, grandi e piccini possono scoprire come la costruzione contribuisce al raggiungimento degli obiettivi climatici e come intende rafforzare ulteriormente questo impegno molto concreto.

In maniera più individuale, ognuno può anche stabilire l'impatto del proprio comportamento sul clima, sempre con un approccio ludico e mai moraleggiante. Grazie alla realtà virtuale, i visitatori possono anche trasportarsi in altri luoghi, come per esempio su un cantiere, dove possono scoprire come sono le nostre professioni sul campo.

«Semplicemente per rivedersi»

Lanciato in occasione del 125° anniversario della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori, che l'associazione celebrerà nel 2022, la Tour d'horizon è soprattutto una piattaforma di convivialità e condivisione e mira a raggiungere la popolazione. Uno spirito che è perfettamente in linea con quello della Foire du Valais, il cui slogan di quest'anno è «Semplicemente per rivedersi». Perché da Anne-Laure Couchepin-Vouilloz, sindaca del Comune di Martigny, a Vincent Claivaz, presidente della Foire du Valais, passando per il vicepresidente del Consiglio di Stato vallesano Roberto Schmidt, tutti erano unanimi al momento dei discorsi ufficiali: dopo l'annullamento dell'edizione 2020 della fiera a causa della pandemia, l'importante era rendere nuovamente possibile questo incontro così importante nella vita di intere generazioni di vallesane e vallesani. Per non parlare dei numerosi visitatori provenienti da altri Cantoni. A questo proposito, l'apertura ufficiale della Foire du Valais 2021 è stata segnata dall'arrivo di un ospite illustre di Friborgo, venuto direttamente dalla Berna federale. O quasi. Un vero-falso Alain Berset, più vero che in natura, ha dato una visione molto personale della situazione attuale, così come le ultime misure annunciate lo stesso giorno dal Consiglio federale. Un momento di ironia che mostra la filosofia del Comitato della Foire du Valais: essere seri senza prendersi sul serio, come ci ha ricordato il suo direttore Samuel Bonvin.

Un'esperienza indimenticabile attende i visitatori della Foire du Valais a Martigny fino al 10 ottobre. La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori è lieta di accoglierli nella sua Tour d'horizon sia per scoprire i vari eventi sia per «Semplicemente per rivedersi».

Ulteriori informazioni sulla Foir du Valais

Circa l'autore

pic

Corine Fiechter

Portavoce / Specialista in comunicazione

[email protected]

Condividi questo articolo